Marketing piramidale e network marketing

Di recente una sentenza della Corte di Cassazione riguardo l’illegalità del marketing piramidale ha avuto molto eco sui media, i quali hanno spesso descritto “etichettato” tutto come marketing multilivello, senza preoccupassi di distinguere tra le due modalità, la prima illegale e la seconda legittima e legale.

Ci aiuta a capire la differenza un breve e chiaro articolo di AVEDISCO:

AVEDISCO annuncia la sua posizione a favore della sentenza della Corte di Cassazione che ribadisce il divieto delle forme di vendita piramidali.

AVEDISCO annuncia la sua posizione a favore della sentenza 37049/2012 della Corte di Cassazione che ha ribadito il divieto delle forme di vendita piramidali.

AVEDISCO sottolinea ancora una volta le differenze fondamentali per cui la Vendita Diretta Multilivello non può essere in alcun modo equiparata alle forme di vendita piramidale:

La Vendita Diretta Multilivello è un sistema di distribuzione di beni e servizi che, rispetto alla vendita diretta tradizionale, è caratterizzata da una propria specifica organizzazione operativa della remunerazione dei venditori. La Vendita Diretta Multilivello, infatti, offre ai propri Incaricati sia la possibilità di promuovere personalmente la vendita di prodotti e servizi, sia l’opportunità di organizzare una propria squadra di collaboratori. Circostanza, questa, che permette di ottenere una remunerazione proporzionata sulla base delle vendite concluse in proprio e di quelle realizzate dal gruppo di collaboratori creato e gestito.

La Legge 173 del 17 agosto 2005, approvata dal Parlamento e redatta grazie alla collaborazione tra le associazioni dei consumatori e Avedisco, e la sentenza della corte di Cassazione sanciscono, da un lato, la legittimità delle aziende che operano in regime di marketing multilivello, e dall’altro, come recita l’art. 5, della Legge il «divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi e di catene» intendendo, quelle «operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, “catene di Sant’Antonio” che configurano un guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone».

Le aziende Associate Avedisco che utilizzano la Vendita Diretta Multilivello rispettano sia le norme stabilite dalla legislazione italiana, sia il codice etico di comportamento che Avedisco ha redatto oltre 35 anni fa e liberamente consultabile sul sito http://www.avedisco.it.

Alla base di ogni azienda AVEDISCO sono presenti capisaldi imprescindibili relativi al prodotto commercializzato, che rispetta standard di qualità certificata, e a formazione e comportamento dei propri Incaricati alla Vendita.

La vendita piramidale è invece un sistema di distribuzione fraudolenta in cui non esiste una base di commercializzazione di prodotto, e, come recita il testo di Legge, “il guadagno si configura unicamente attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone”.

Inoltre, il sostanziale investimento iniziale per materiali di addestramento non è rimborsabile e coloro delusi dall’offerta si ritrovano con scorte di prodotti non restituibili.

AVEDISCO ha come sua principale missione lo sviluppo della vendita diretta nel pieno rispetto e tutela di comportamenti commerciali etici sia tra gli Associati che nei confronti dei Consumatori.

Tutte le aziende associate rispettano il Codice Etico di comportamento, a tutela delle aziende stesse e del consumatore finale.

Inoltre ci teniamo a sottolineare che l’equivoco che associa il Multilevel Marketing alle vendite piramidali genera gravi danni in termini di reputazione alle aziende che si basano sulla vendita diretta multilivello ed in modo particolare ai loro collaboratori con pesanti conseguenze di carattere economico e occupazionale.

Annunci

2 pensieri su “Marketing piramidale e network marketing

  1. Enrico

    La disinformazione in merito alle abissali differenze tra Sistemi piramidali e Marketing multilivello ha origini antiche.
    Oggi i successi che AMWAY sta ottenendo in tutti i campi in cui opera, con etica e professionalità e, soprattutto, onorando costantemente da oltre 50 anni gli impegni assunti con gli incaricati e con il mercato, rispettando le leggi fondamentali di tutti i paesi in cui opera dimostrano al mondo intero ed ai “portatori di sventure” chi ha ragione.
    “VUOLSI COSI COLA’, DOVE SI PUOTE / CIO’ CHE SI VUOLE, E PIU’ NON DIMANDARE”……

    Rispondi
  2. Andrei

    Bisognia dire che ci sono legi che punoscono la difamazione
    In utimo tempo ce una campania di difamazione in atto non solo in italia ache in atri paesi europei , gli articoli apaiano scriti de la stesa mano infati molti dei media internazionali apartengono a personagi diretamente colegati a industria farmaceutica

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...